L’assemblea Sise si svolgerà nella primavera del 2021: le comunicazioni del presidente

Rural history: call per convegni del 2021 in Svezia e Polonia
19 maggio 2020
Le sfide che attendono l’Europa: un webinar proposto da Ause
9 giugno 2020

Carissime Colleghe e Carissimi Colleghi,
il 25 maggio scorso si è svolto telematicamente il Consiglio direttivo della SISE.
Nel corso della seduta si è proceduto alla ridefinizione del programma degli eventi che la nostra Società aveva elaborato per l’anno 2020 e che, a causa dell’emergenza sanitaria tuttora in atto, non potrà essere attuato secondo le modalità previste. Con questa mia comunicazione sono dunque ad informarvi delle determinazioni assunte in merito dal Direttivo SISE, mentre mi valgo della presente per rinnovare il più vivo ringraziamento ai colleghi ed amici del Direttivo e del Collegio dei Revisori per la rinnovata disponibilità a collaborare, in vario modo, anche in questi tempi difficili.
In primo luogo, come ben rammentate, nel settembre 2020 era stato programmato il Convegno congiunto SISE-AISPE. Muovendo dalla considerazione che il necessario presupposto per un più proficuo ed efficace svolgimento di questa tipologia di incontri scientifici sia la tradizionale modalità congressuale e poiché le manifestazioni convegnistiche non potranno, verosimilmente, tornare a svolgersi in presenza e in piena sicurezza entro tempi brevi, il Consiglio direttivo all’unanimità ha ritenuto di proporre all’AISPE il rinvio del Convegno al mese di settembre del 2021. Successivamente anche il Consiglio direttivo AISPE, che ringrazio assai vivamente per la convinta e fattiva collaborazione, si è pronunciato a favore del rinvio al 2021. La data definitiva del Convegno SISE-AISPE sarà comunicata a breve dallo stesso comitato organizzativo.
L’emergenza sanitaria, con tutte le drammatiche conseguenze ad essa connesse, si è manifestata in un momento particolarmente impegnativo per la SISE, nel pieno del processo di integrazione con i Colleghi dell’AISPE e nell’ultimo anno di mandato degli organi sociali. Per consentire ai Soci di decidere più serenamente e responsabilmente circa il futuro della nostra Società, il Consiglio direttivo ha ritenuto opportuno programmare, compatibilmente con il concludersi dell’emergenza sanitaria stessa, un’Assemblea da svolgersi in presenza nella primavera 2021, nel corso della quale, oltre a decidere in ordine al processo di integrazione con l’AISPE, i Soci potranno anche pronunciarsi sulla data delle elezioni per il rinnovo degli organi sociali da prevedersi nei mesi successivi. Non è infatti possibile, con mezzi ordinari, procedere ad elezioni a distanza e, fino al perdurare dello stato di emergenza sanitaria, non ci sarà consentito indire assemblee a fini elettorali. Per tali ragioni, dal gennaio 2021 sino alle elezioni, gli attuali organi di governo della Società
dovrebbero agire in regime di proroga. A tal proposito, tuttavia, il Direttivo ha ritenuto opportuno consultare preventivamente i Soci.
Per questo motivo e poiché si rende anche necessario procedere ai consueti adempimenti statutari entro la fine del 2020, verrà convocata un’Assemblea SISE da svolgersi in modalità telematica nell’ultimo scorcio del corrente anno, con molta probabilità già a partire dal prossimo mese di settembre. Nel corso di questa Assemblea, oltre a sottoporre ad approvazione il bilancio SISE per il 2019 e la proroga del mandato degli organi societari, saranno forniti maggiori dettagli sul cronoprogramma degli eventi della SISE per il 2021 e più ampie delucidazioni su quanto sin qui esposto.
In conclusione, ancora una volta desidero ringraziare i colleghi del Consiglio direttivo AISPE e segnatamente il Presidente Gianfranco Tusset, per la proficua e generosa collaborazione nel condividere, passo dopo passo, il processo di integrazione tra le nostre due società scientifiche oltre che per le molteplici occasioni di dialogo e di confronto, anche in tempi difficili come quelli che il nostro Paese sta tuttora attraversando.
Mentre confido che, nonostante tutto, possiate trascorrere giorni sereni ed operosi, vi porgo ogni più viva cordialità.
Mario Taccolini