A Franco Amatori assegnato a Cartagena un prestigioso premio internazionale

Fondazione Valenzi di Napoli: proposte per un convegno. Deadline: 6 maggio 2019
20 marzo 2019
Turismo 4.0: una mattinata di studi in Università Cattolica a Brescia
23 marzo 2019

Nei giorni scorsi a Cartagena in Colombia si è tenuto il convegno annuale della BHC Business History Conference (l’Associazione americana degli storici d’impresa). In quella occasione è stato assegnato al professor Franco Amatori, stimato socio Sise, il prestigioso riconoscimento Lifetime Achievement Award.

 

Si tratta di un premio alla carriera istituito nel 2002 e attribuito per primo ad Alfred Chandler, lo studioso che ha fatto entrare a pieno titolo la business history nel novero delle scienze economiche e sociali.

 

Fino a questo moento a ricevere il premio sono stati tutti studiosi “di chiara fama” americani, come Mira Wilkins e Louis Galambos. È la prima volta che viene attribuito a un europeo.

 

La motivazione del riconoscimento pone al centro i quarant’anni di lavoro e di impegno del professor Amatori che si è concretizzato in monografie, raccolte, sintesi, curatele, iniziative scientifiche di vario genere. E non solo. Il presidente della commissione valutatrice Kenneth Lipartito ha altresì menzionato la creazione nell’Universita’ Bocconi, di un nucleo di storici d’impresa tra i più considerati a livello mondiale; il sistematico confronto fra business historians europei, americani, asiatici su temi di grande rilievo come l’ascesa e il declino dell’impresa pubblica in Occidente, il miracolo cinese, il movimento cooperativo dal 1945 ad oggi, e la terza rivoluzione industriale. Tra l’altro, Lipartito ha ricordato il ruolo svolto dal prof. Amatori nella formazione dell’EBHA, European Business History Association, della quale è stato presidente nel 2000-2001, fondando una prestigiosa summer school di storia d’impresa.